BIOGRAFIA

Apprezzata per la morbidezza e freschezza di timbro, e ottima musicalità, il giovane soprano Elisa Balbo ha già avuto modo di imporsi a livello internazionale come una delle cantanti più interessanti della sua generazione, esibendosi su importanti palcoscenici italiani ed europei, e diretta da eminenti bacchette, tra le altre quella di Riccardo Muti. È apparsa in teatri quali Teatro dell’Opera di Roma, Teatro La Fenice di Venezia, Arena di Verona, Teatro Filarmonico di Verona, Wiener Konzerthaus di Vienna Ravenna Festival, Teatro Grande Rubinstein Rimsij-Korsakov di San Pietroburgo, Festival Rossini in Wildbad, fra gli altri.

Fra i suoi ultimi impegni spiccano l’impegnativo ruolo di Anna in Maometto II al Festival Rossini in Wildbad, sotto la direzione di Antonino Fogliani, La traviata (Violetta) in tournée in Giappone con il Teatro Manzoni di Bologna, un tour di concerti con la Luciano Pavarotti Foundation, in occasione del 10° anniversario della scomparsa di Big Luciano in Turku, Finlandia, Arena di Verona, Turandot (Liù) al Teatro Verdi di Sassari (Francesco Ivan Ciampa, direttore), La vedova allegra (Hanna Glawari) al Teatro Filarmonico di Verona e Carmina Burana alla Moscow International Music House, nonché untour di Concerti al fianco di Andrea Bocelli nel Regno Unito, Stati Uniti, Romania, Finlandia, Polonia e Giordania. Nel 2018, Elisa ha preso parte alle celebrazioni dei 150 anni dalla morte di Rossini cantando lo Stabat Mater del compositore al Teatro Alighieri Ravenna e al Teatro Rossini di Pesaro, e il ruolo di Anaï nel Moïse et Pharaon al Festival Rossini in Wildbad.

La sua carriera musicale iniza col debutto teatrale, nel dicembre 2013, come Alice nel verdiano Falstaff nella produzione del Ravenna Festival, che è stato poi seguito da una serie di debutti di successo in ruoli quali Mimi ne La Bohème, presso il Teatro Filarmonico di Verona e Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Stephana nella Siberia di Giordano a San Pietroburgo, fra gli altri.

Sensibile anche al repertorio sacro e sinfonico, ha cantato come solista nella Petite Messe Solennelle di Rossini presso il Teatro dell’Opera di Roma, nel Requiem di Mozart in una tourée in Giappone con l’Orchestra Rossini di Pesaro e Vier Letze Lieder (Four last Songs) di Richard Strauss.

Attiva anche a livello concertistico, nel corso della stagione 2015/16 si è esibita in un concerto verdiano in occasione all’ottantesimo anno dalla nascita di Luciano Pavarotti presso il Teatro Comunale di Modena con la direzione di Riccardo Muti.

Il 2 giugno 2013 ha preso parte al concerto per la Festa della Repubblica presso l’Auditorium Toscanini di Torino con l’Orchestra Sinfonica della Rai diretta da Daniele Rustioni (trasmessa in diretta su Rai 5 e Radio 3), sempre nel 2013 si è esibita in occasione del 65° Prix Italia, diretta da Andrea Battistoni. Dal 2013 è stata ospite di gala lirici presso l’Arena di Verona. Ha preso parte al Concerto di Capodanno 2017 di Budapest, condividendo il palcoscenico con il tenore Ramon Vargas. Il Concerto è stato replicato il 6 gennaio presso il Konzerthaus di Vienna.

Per ricevere aggiornamenti seguitela su instagram: @elisabalbo